Ateneo | Trasparenza | Eventi | Bandi e concorsi | Bacheca | Orientamento | Links utili | Search

        

ANTROPOLOGIA CULTURALE
Prof. Paola Sacchi


Crediti formativi (6 CFU)

Obiettivi formativi
Il corso si pone l'obiettivo di articolare una serie di domande e di questioni relative all'incontro tra culture e tra attori sociali, approfondendo le tematiche proprie dell'antropologia classica e contemporanea. Si propone inoltre di fornire strumenti concettuali e riflessioni sul fenomeno del turismo nelle sue diverse dimensioni culturali.

Contenuto del corso
I parte: Lineamenti di antropologia culturale.
In questa prima parte del corso vengono introdotti i concetti di base della disciplina, a partire dalla nozione stessa di antropologia, e i suoi principali strumenti metodologici, al fine di evidenziare la specificità di questa scienza sociale e il percorso storico e critico attraverso cui essa è andata definendosi. Vengono anche prese in esame le problematiche centrali dello studio antropologico e le diverse dimensioni e aspetti della produzione culturale e della vita associata. Durante le lezioni saranno pertanto trattati i seguenti temi:
· che cos'è l'antropologia: il concetto di cultura e la ricerca sul terreno;
· lineamenti di storia dell'antropologia;
· il passaggio all'umanità;
· pensiero e credenza: dal senso comune alla stregoneria;
· i processi di costruzione della persona;
· l'organizzazione delle relazioni sociali: le forme della parentela, della politica e dell'economia;
· trasmissione culturale e politica della cultura: tradizioni, gruppi e identità;
· tra locale e globale: il traffico delle culture;
· l'antropologia applicata nella società.
II parte: Antropologia del turismo
Nella seconda parte del corso vengono analizzate le principali prospettive teoriche dello studio antropologico del turismo nel loro sviluppo storico. Il turismo viene visto come costruzione storica e sociale, e nella sua connessione con altre tematiche centrali dell'antropologia e della società contemporanea, quali l'identità, il patrimonio culturale e l'ineguaglianza sociale. Ci si soffermerà in particolare sui seguenti punti:
· il problema dell'autenticità;
· la motivazione turistica;
· l'incontro ospitanti-ospitati;
· il problema dell'impatto su ambiente, cultura, arti;
· l'economia dell'industria turistica;
· turismo di massa e turismo responsabile.

Prerequisiti
Non è richiesto alcun requisito. Auspicabile una conoscenza di base della lingua inglese.

Materiale didattico
Testi per l'esame
I parte
Manuale per tutti:
U. Avalle, M. Maranzana, P. Sacchi, Antropologia culturale, Bologna, Zanichelli, 2000.

I non frequentanti dovranno integrare con:
U. Fabietti, R. Malighetti, V. Matera, Dal tribale al globale. Introduzione all'antropologia, limitatamente alla parte terza Il traffico delle culture, Milano, Bruno Mondatori, 2000.

II parte
Per tutti un testo a scelta tra i seguenti:
M. Aime, Diario dogon, Torino, Bollati Boringhieri, 2000..
M. Augé, Disneyland e altri non luoghi, Torino, Bollati Boringhieri, 2000.
A. Bonomi, Il distretto del piacere, Torino, Bollati Boringhieri, 2000.

Mentre i frequentanti si avvarranno degli appunti delle lezioni su questa parte, i non frequentanti si prepareranno su un volume a scelta tra:
A. Simonicca, Antropologia del turismo. Strategie di ricerca e contesti etnografici, Roma, Carocci, 1997, limitatamente ai capp. 1-2-3-7-9-10.
J. Urry, Lo sguardo del turista. Il tempo libero e il viaggio nelle società contemporanee, Roma, Edizioni SEAM, 1995, limitatamente ai capp. 1-2-3-7.

Modalità didattiche
Il corso si articola in lezioni, esercitazioni e visioni di filmati.

Modalità d'esame
L'esame consiste in una prova orale. Per i frequentanti sono previste due verifiche intermedie il cui superamento abbuonerà una parte del programma d'esame e sarà elemento della valutazione e votazione finale.


Università degli Studi del Piemonte Orientale
-credits-