Ateneo | Trasparenza | Eventi | Bandi e concorsi | Bacheca | Orientamento | Links utili | Search

        

BILANCIO CONSOLIDATO
Prof. Gaudenzio Albertinazzi


Crediti formativi (4 CFU)

Obiettivi formativi
Il corso di propone di sviluppare:
la conoscenza dei gruppi di imprese, loro definizione e classificazione nonché dei processi e delle cause di formazione;
la conoscenza dei principali metodi di consolidamento in relazione alle diverse teorie di gruppo;
la conoscenza della disciplina del bilancio consolidato di cui al D.Lgs 127/91 ed al Documento n. 17 dei Principi contabili del CNDC, con cenni comparativi alla VII Direttiva CEE, ai principi contabili internazionali ed ai principi contabili americani e britannici;
la capacità di redazione pratica di bilanci consolidati, mediante lo svolgimento di esercizi di consolidamento.

Contenuto
Il programma del corso prevede, per ogni sessione di due ore, la trattazione dei seguenti argomenti:
I gruppi di aziende: definizione, classificazione, processi e cause di formazione. La leva azionaria nei gruppi;
Il sistema dei valori di gruppo: bilancio di gruppo, bilancio aggregato e bilancio consolidato. I soggetti destinatari dell'informazione nel bilancio consolidato ed i fabbisogni informativi da soddisfare;
La tecnica di costruzione del bilancio consolidato: il foglio di lavoro ed il giornale di consolidamento. Le tecniche di consolidamento analitico e sintetico, globale e proporzionale. Il calcolo e l'indicazione dei diritti delle minoranze;
La teoria dell'entità, della proprietà e della casa madre. Principali effetti sui bilanci consolidati e sulle tecniche di consolidamento;
La definizione dell'area di consolidamento. Imprese obbligate alla redazione del bilancio consolidato. Casi di esonero. Il bilancio consolidato di sottogruppo.
Segue: La definizione dell'area di consolidamento. Casi di esclusione obbligatoria e facoltativa.
La determinazione delle condizioni di omogeneità. Uniformità della data di chiusura degli esercizi. Uniformità dei criteri di rappresentazione e di valutazione. Esemplificazioni con riferimento al leasing finanziario ed all'interferenza fiscale.
Segue: La determinazione delle condizioni di omogeneità. Uniformità della moneta di conto. La traduzione dei bilanci espressi in moneta diversa dalla moneta di consolidamento. Il bilanci redatti in contesti di iperinflazione. Effetti dell'entrata in vigore dell'Euro.
Segue: esercitazioni nella traduzione di bilanci in moneta diversa dalla moneta di consolidamento.
L'assestamento delle partecipazioni. Le differenze di consolidamento: natura e trattamento. Effetti fiscali dei plusvalori latenti.
Effetti della teoria dell'entità, della teoria della casa madre e teoria della casa madre modificata sul calcolo del valore dei diritti delle minoranze in relazione alle differenze di consolidamento.
Segue: esercitazioni sull'assestamento delle partecipazioni.
La data di riferimento per il calcolo delle differenze di consolidamento. Entrata o uscita di nuove controllate dall'area di consolidamento. L'acquisto di quote di partecipazione in tempi diversi. Il trattamento delle partecipazioni reciproche.
L'eliminazione dei valori derivanti da operazioni infragruppo. L'eliminazione degli utili interni non realizzati.
Il trattamento dei dividendi infragruppo. Gli effetti fiscali delle rettifiche di consolidamento.
Segue: esercitazioni sull'eliminazione degli utili interni con riferimento alla vendita di merci e di immobilizzazioni.
La nota integrativa e la relazione sulla gestione di gruppo. Cenni alla revisione del bilancio consolidato. Il procedimento di formazione del bilancio consolidato civilistico.
La lettura del bilancio consolidato. Considerazioni sul confronto tra il bilancio consolidato ed il bilancio della capogruppo. Il prospetto di raccordo tra utile e patrimonio consolidato e della capogruppo.
Svolgimento di esercitazioni.
Svolgimento di esercitazioni.

Prerequisiti
Superamento esame di Economia Aziendale e di Ragioneria Generale ed Applicata.

Materiale didattico
1) Documento n. 17 dei Principi contabili del CNDC. Giuffrè 1996
2) Dispensa a cura del docente (facoltativa).
3) P. Pisoni, Il bilancio consolidato, Milano Giuffrè (per non frequentanti).

Modalità didattiche
Il corso si compone di 20 lezioni nell'ambito delle quali è prevista la discussione di casi e lo svolgimento di esercitazioni.

Modalità d'esame
L'esame è orale. Tuttavia sarà possibile superare un preappello scritto al termine delle lezioni. In ogni caso nell'ambito dell'esame orale sarà possibile richiedere lo svolgimento di brevi esercizi scritti.


Università degli Studi del Piemonte Orientale
-credits-