Ateneo | Trasparenza | Eventi | Bandi e concorsi | Bacheca | Orientamento | Links utili | Search

        

 

ECONOMIA DELLE AZIENDE E DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE I
 
Prof. D. Maggi
 
 
Crediti formativi: 4 CFU
 
 
Premessa
 
L'aziendalizzazione delle amministrazioni pubbliche rappresenta una linea di tendenza che non solo risponde ad oggettive esigenze della società moderna, ma che è ormai recepita ampiamente nella recente normativa sugli enti locali, sul pubblico impiego e su numerosi settori di intervento pubblico. Gli enti pubblici si caratterizzano, e dovranno sempre più caratterizzarsi in futuro, non come gestori di poteri giuridici e formali, ma come erogatori di servizi e regolatori (non rigidi regolamentatori) della vita economica oltre che sociale. Il corso, oltre a fornire le basi teoriche per analizzare ed interpretare l'evoluzione del ruolo della amministrazione pubblica e le sue peculiari caratteristiche, affronta anche alcuni temi di attualità. Esso inoltre introduce il tema delle aziende non profit che svolgono attività di pubblico interesse in senso funzionale e che hanno un crescente peso nella moderna società.
 
 
Programma
 
1. L'amministrazione pubblica come sistema di aziende pubbliche: le specificità dei contesti "non di mercato".
2. L'evoluzione del ruolo dell'amministrazione pubblica: dal modello di government al modello di governance nell'esercizio del potere e delle funzioni pubbliche.
3. Le caratteristiche e la funzione dell'amministrazione pubblica nei differenti stadi dello "Stato moderno": Stato dei diritti formali, Stato del Benessere (o Welfare State), Stato dei servizi o dei diritti sostanziali, Stato regolatore.
4. Le caratteristiche della gestione delle aziende pubbliche.
5. I rapporti tra i diversi "livelli di governo" e i vincoli esterni di sistema pubblico sull'autonomia del singolo ente. Accentramento e decentramento delle funzioni.
6. I criteri di valutazione dell'azione pubblica e loro riflessi sul potere decisionale.
7. L'acquisizione delle risorse finanziarie per lo svolgimento della gestione: tributi, prezzi dei servizi, altri proventi, ricorso al prestito.
8. I riflessi sulla gestione derivanti dalla struttura del sistema di finanza pubblica: finanza accentrata e decentrata. Federalismo fiscale.
9. L'organizzazione del lavoro e il sistema di pubblico impiego: modello burocratico e struttura organizzativa dell'azienda pubblica. I circoli viziosi come ostacolo al cambiamento. La rottura dei circoli viziosi e processo di cambiamento.
10. Processo decisionale e sistemi di programmazione nelle aziende pubbliche: dalla programmazione formale alla programmazione strategica. Evoluzione delle logiche decisionali e della concezione di programmazione.
11. Il sistema delle rilevazioni: dal sistema "tradizionale" di contabilità pubblica di tipo finanziario ai sistemi evoluti di contabilità di tipo "economico-patrimoniale".
12. Il sistema di controllo: controllo burocratico e controllo manageriale. Il sistema dei controlli nel vigente quadro istituzionale.
13. Processi di cessione dei servizi e concetti di marketing dell'azienda pubblica.
14. Rapporti tra amministrazioni pubbliche e imprese: i servizi pubblici come "condizione ambientale" per lo svolgimento delle attività economiche.
15. Dall'amministrazione pubblica in senso istituzionale alle attività svolte nel pubblico interesse: ruolo e funzioni delle istituzioni e associazioni senza dirette finalità di lucro (le aziende non profit).
16. I processi di riforma delle amministrazioni pubbliche: riforme istituzionali, riforme amministrative, riforme del management.
 
 
Modalità dell'esame
 
Scritto
 
 
Propedeuticità
 
Economia Aziendale
 
 
Testo
 
Borgonovi E. (2002), Principi e sistemi aziendali per le amministrazioni pubbliche, Milano, Egea.

 

© Università degli Studi del Piemonte Orientale
-credits-