Ateneo | Trasparenza | Eventi | Bandi e concorsi | Bacheca | Orientamento | Links utili | Search

        

ANTROPOLOGIA CULTURALE
Prof. P.Grimaldi


Crediti formativi (6 CFU)

Obiettivi formativi
Il corso si articola in due parti: la prima intende fornire un quadro articolato introduttivo delle scienze etnoantropologiche con specifico riferimento al contesto etnografico italiano e ai processi culturali e sociali che hanno portato alle principali differenziazioni ed ai momenti unificanti.
La seconda parte affronta i temi teorici, metodologici e tecnici relativi al riconoscimento, al recupero, alla catalogazione e alla descrizione dei beni culturali materiali e immateriali tradizionali. Questi lineamenti di etnoantropologia permettono di analizzare i patrimoni culturali quali risorse nella definizione e costruzione dei terreni turistici e osservare criticamente i processi di contaminazione, di reinvenzione e di risemantizzazione attivati nelle comunità locali che coinvolgono i turisti quali nuovi attori sociali.


Contenuti del corso
Ambiti e obiettivi dell’antropologia
I caratteri costitutivi di una cultura
Pluralità e relatività delle culture
Antropologia e turismo
Carattere nazionale e sistemi di valori
Il lavoro: contadini, pastori, pescatori
Il lavoro e l’arte popolare: artigiani e operai
La casa, la vita in famiglia e i suoi cicli
La comunità: norme, credenze, riti
Il ciclo rituale dell’anno e della vita
Metodologie e tecniche della ricerca etnoantropologica
I patrimoni culturali materiali e immateriali demoetnoantropologici
Arte popolare sacra e profana: una risorsa per nuove forme di turismo
Problemi di riconoscimento, recupero, catalogazione e descrizione dei beni culturali
I saperi tradizionali fra tradizione e postmodernità
I processi di reinvenzione, risemantizzazione della tradizione
Neotradizioni e società complessa
I ritmi temporali e spaziali del tempo contadino e modermo
La sacralizzazione e la risacralizzazione dei territori
Alcuni complessi sistemi cerimoniali che identificano i territori
La costruzione dei territori turistici
I musei contadini e il turismo
Le feste popolari e il turismo
Il neoturismo colto dei Grands Tours
Orizzonti turistici e orizzonti identitari
Il turismo dell’appaesamento
Comunità e turismo
Turismo, territorio e contaminazioni culturali
I turisti quali attori in un nuovo territorio antropologico

Prerequisiti
Nessuno

Materiale didattico
G. L. Bravo, Italiani. Racconto etnografico Roma, Meltemi, 2001 (esclusi i primi tre capitoli).
P. Grimaldi, Il calendario rituale contadino. Il tempo della festa fra tradizione e complessità sociale, Milano, Angeli, 1993.
P. Grimaldi, Tempi grassi, tempi magri. Percorsi etnografici, Torino, Omega, 1996.

Un testo a scelta in uno dei due gruppi seguenti:
1) testi riguardanti le feste:
G. L. Bravo, Festa contadina e società complessa, Milano, Angeli, 1984.
I. E. Buttitta, La memoria lunga. Simboli e riti della religiosità tradizionale, Roma, Meltemi, 2002.
F. Faeta, Il santo e l’aquilone. Per un’antropologia dell’immaginario popolare nel secolo XX, Palermo, Sellerio, 2000.
P. Grimaldi, Rivoltare il tempo. Percorsi etno-antropologici, Milano, Guerini e Associati, 1997.
P. Grimaldi (a cura di), Le spade della vita e della morte. Danze armate in Piemonte, Torino, Omega, 2001.
P. Toschi, Le origini del teatro italiano. Origini rituali della rappresentazione popolare in Italia, Torino, Bollati Boringhieri, 1999, nuova edizione.
2) testi riguardanti i musei contadini:
G. L. Bravo (a cura di), Fantasie in gesso e stanze contadine, Roma, Meltemi, 1999.
G. L. Bravo (a cura di), Tradizioni nel presente. Musei feste fonti, Torino, Omega, 2001.
A. M. Cirese, Oggetti, segni, musei, Torino, Einaudi, 1977.
P. Clemente, Graffiti di museografia antropologica italiana, Siena, Protagon Editori Toscani, 1996.
P. Clemente, E. Rossi, Il terzo principio della museografia. Antropologia, contadini, musei, Roma, Carocci, 1999.
D. Porporato (a cura di), Archiviare la tradizione. Beni culturali e sistemi multimediali, Torino, Omega, 2001.

Modalità didattiche
Lezioni

Modalità d’esame
L’esame consiste in due prove scritte. La prova orale è facoltativa.


Università degli Studi del Piemonte Orientale
-credits-