Ateneo | Trasparenza | Eventi | Bandi e concorsi | Bacheca | Orientamento | Links utili | Search

        

ECONOMIA INDISTRIALE
Prof. Laura Rondi


Crediti Formativi (4+2 CFU)

Obiettivi formativi
Il corso si propone di presentare agli studenti un ampio spettro di modelli economici che consentano di interpretare il comportamento delle imprese "del mondo reale" in mercati oligopolistici, caratterizzati cioè dall'interazione strategica tra gli agenti economici.

Contenuto del corso
1. Richiami su concorrenza perfetta e monopolio
- Parametri per la classificazione delle forme di mercato.
- Ripresa delle forme di mercato "limite": concorrenza perfetta e monopolio.
- Cenni su regolamentazione dei prezzi in monopolio, discriminazione di prezzo e vendite collegate.
- Analisi del benessere sociale in concorrenza perfetta e monopolio.

2. Relazioni verticali tra imprese
- Catena di monopoli e integrazione verticale.
- Problemi di free-riding tra produttori e distributori.
- Possibili soluzioni: prezzo imposto, quantità minima, vendita in esclusiva, esclusiva territoriale.
- Esempi tratti della realtà delle imprese e interventi Antitrust con riferimento a vendite collegate e restrizioni verticali.

3. Elementi di teoria dei giochi non cooperativi.
- Tipologie di gioco, definizioni e rappresentazione dei giochi uniperiodali.
- Giochi uniperiodali. Equilibrio di Nash. Concetto di funzione di risposta ottima.
- Giochi ripetuti con T finito e con T infinito.
- Applicazioni della teoria dei giochi alle scelte reali delle imprese.

4. Il Mercato Oligopolistico.
4.1 Decisioni non cooperative di prezzo e quantità/capacità produttiva.
- Decisioni simultanee di prezzo con prodotto omogeneo e "paradosso" di Bertrand.
- Decisioni di prezzo con vincolo di capacità produttiva.
- Decisioni di prezzo con prodotti differenziati.
- Decisioni simultanee di quantità/capacità produttiva con prodotti omogenei (duopolio di Cournot) e con prodotti differenziati.
- Modello di Cournot con N imprese: struttura di mercato, concentrazione industriale e potere di mercato.
- Decisioni sequenziali di quantità con prodotti omogenei (modello di Stackelberg).
4.2 Coordinamento delle decisioni delle imprese: la collusione.
- Fattori che facilitano e fattori che ostacolano la collusione.
- La politica della concorrenza e l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
- Analisi di alcuni casi Antitrust.
4.3 Comportamento strategico e decisioni di entrata.
- Barriere all'entrata.
- Il modello di Bain-Modigliani-Sylos Labini (prezzo limite/quantità limite).
- I casi di entrata bloccata, impedita, accomodata.
- Il ruolo degli investimenti in capacità produttiva per impedire l'entrata (Modello di Dixit).
4.4 Decisioni di prodotto e ruolo della pubblicità.
- Differenziazione orizzontale e verticale.
- Ripresa del modello di Bertrand con prodotti differenziati.
- Il modello di Hotelling della città lineare. - La pubblicità informativa. 4.5 Decisioni di ricerca e sviluppo e di innovazione.
- Efficienza statica ed efficienza dinamica.
- Struttura di mercato e innovazione.

Prerequisiti
Economia politica e Metodi matematici per l'economia e l'azienda I

Materiale didattico
- Alessandro Sembenelli, Oligopolio e Decisioni delle Imprese, Cusl, 1997.
- Luis Cabral, Economia Industriale, Roma, Carocci Editore, 2002
- Giovanni Zanetti, Economia per la Gestione d'Impresa, Bologna, Il Mulino, 1997

Modalità didattiche
Alla parte istituzionale del corso potranno essere affiancati approfondimenti con analisi di casi reali dal mondo delle imprese oppure estensioni a tematiche specifiche di teoria dell'impresa o della struttura industriale e delle forme di organizzazione industriale.

Modalità d'esame
L'esame si svolgerà in forma scritta.

Slides
Economia industriale (documenti pdf zippati, dim.: 0,99 MB)
Economia industriale 2 (documenti pdf zippati, dim.: 546 KB)


© Università degli Studi del Piemonte Orientale
-credits-