Ateneo | Trasparenza | Eventi | Bandi e concorsi | Bacheca | Orientamento | Links utili | Search

        

Gestione d'impresa e tecnica turistica
Giovanni Fraquelli - Prof. Ordinario

Novara

SSD Insegnamento SECS-P/08


10 CFU, 80 ore

Obiettivi formativi
La gestione di un’impresa che opera nel comparto turistico presuppone un processo decisionale che sappia coniugare le metodologie dell’Economia aziendale e gli strumenti mutuati dall’Economia manageriale con la conoscenza della natura e dei processi operativi caratterizzanti un settore articolato lungo una filiera che prevede soggetti e servizi molto eterogenei.
In rapporto a tale esigenza, il corso si pone l'obiettivo di approfondire gli elementi di base per la definizione delle politiche d’impresa in funzione del disegno strategico nelle singole aree di mercato, con particolare attenzione ai vantaggi di costo e a quelli basati sulle decisioni di investimento.

Contenuto
- Impresa intesa come complesso di rapporti tra agenti
- Relazione tra valore della produzione e remunerazione dei fattori
- Impresa intesa come realtà produttiva: input, output, aspetti reali e monetari
- Concetto di profitto (e di creazione di valore)
- Natura delle differenti imprese turistiche e misura della capacità del profitto
- Distribuzione dell’informazione e meccanismi incentivanti
- Concetti fondamentali della strategia competitiva
- Catena del valore e vantaggio competitivo
- Strategia competitiva e creazione di valore
- Strategia competitiva e creazione di valore nell’impresa turistica
- Analisi dei costi per le decisioni aziendali: problemi di break-even in imprese mono-output e multi-output
- Grado di leva operativa
- Utilizzo del margine di contribuzione in chiave decisionale: scelte di make or buy
- I costi e i processi di ottimizzazione delle imprese
- Flussi di cassa e decisioni d’investimento
- Modelli per orientare le decisioni d’investimento
- Valore attuale netto (VAN), Indice di profittabilità (IP), Tasso interno di rendimento (TIR), periodo di recupero
- Valutazione dei progeti d’investimento delle imprese turistiche.

Indicazioni del corso
È consigliata la conoscenza dei concetti fondamentali di Economia Aziendale e Statistica (medie semplici e ponderate).

Materiale didattico
Fraquelli G., Impresa, mercato e gestione del valore, Utet, 2006, Cap. 1, 2, 4.
Fraquelli G., Ragazzi E., Economia Manageriale. Problemi e casi pratici, Utet, 2001, capitoli: I e II
Le slide del corso, insieme ad una raccolta di temi d’esame, sono disponibili sul sito della didattica in rete (http://moodle.eco.unipmn.it/).

Modalità didattiche
Il corso si articola in lezioni ed esercitazioni. La frequenza non è obbligatoria ma è vivamente consigliata (anche ai fini del risultato finale)

Modalità di esame
Scritto: L’esame è scritto e consente di conseguire il punteggio massimo di 30 e lode
Durata: La durata della priva scritta è di 2 ore 30 minuti
Orale: Il voto dello scritto può essere integrato con una prova orale facoltativa, in base alla quale il voto dello scritto può essere incrementato (ma anche ridotto) di un massimo di 3 punti. La prova orale può essere sostenuta solo nel giorno fissato per la registrazione dei voti relativi all’appello sostenuto.
Modalità: L’esame scritto è composto da due parti: PARTE I – TEORICA (punteggio massimo 15 punti); PARTE II - APPLICATA (punteggio massimo 17 punti). La somma permette il conseguimento del voto massimo di 30 e lode.
Numero di prove concesse: 3 prove anche consecutive nell’anno accademico (sessione estiva 2010; sessione autunnale 2010; sessione invernale 2010)
Possibilità di ritiro: ammessa nei primi 30 minuti, dopodiché la prova sarà considerata a tutti gli effetti valida. Il ritiro da una prova d’esame non consente, comunque, di salvaguardare il voto sufficiente eventualmente già conseguito in un precedente appello.
Appelli intermedi: in aggiunta alle prove ordinarie, è prevista la possibilità di sostenere l’esame in due prove intermedie: I^ PROVA INTERMEDIA relativa ai capp. 1, 2 e integrazioni con il materiale didattico disponibile sul sito Moodle – con svolgimento nel periodo di sospensione delle lezioni dal 7 al 16 aprile 2010; II^ PROVA INTERMEDIA relativa al capp. 4 e integrazioni con il materiale didattico disponibile sul sito Moodle, da calendarizzare al termine del corso (prima dell’inizio della sessione estiva ordinaria). Ciascuna prova intermedia si compone di una parte TEORICA (massimo 15 pti) e di una parte APPLICATA (massimo 17 pti). Il voto finale è dato dalla media semplice dei voti delle due prove, ed il superamento è comunque subordinato al conseguimento di un voto in ciascuna prova intermedia pari almeno a 12/30.

Orario di ricevimento
Prof. Giovanni Fraquelli: mercoledì 16-18 (ufficio 2° piano dipartimento SIT)


Università degli Studi del Piemonte Orientale
-credits-