DOVE ANDIAMO

La caserma "Perrone", il più grande complesso militare della città, è dedicata al generale Ettore Perrone di San Martino, caduto durante la battaglia della Bicocca nel marzo del 1849. Costruita fra il 1850 e il 1852 nell'area detta del "Campo di Marte" e successivamente ampliata nel 1876 e nel 1889, la caserma "Perrone" ha ospitato nel 1855-56 le truppe del regno sabaudo in partenza per la guerra di Crimea e, fra il 1940 e il 1943, le truppe italiane in partenza per il fronte francese, greco-albanese e russo. Tale complesso di grande valore storico è attualmente sede della Facoltà di Economia.
In termini prospettici, grande importanza sarà data al potenziamento dei servizi logistici, ricreativi e residenziali. Si è recentemente concluso il bando internazionale per la realizzazione del nuovo campus universitario nell’area della ex caserma "Perrone". Il progetto molto ambizioso, già presentato ed in fase di avvio, porterà alla costituzione di una struttura multifunzionale, dotata di ampi spazi per lo svolgimento delle attività universitarie, di zone verdi, di un servizio mensa, di una nuova biblioteca, di una residenza universitaria nonché di impianti sportivi. Il progetto vincitore, inoltre, presta una particolare attenzione alla questione del risparmio energetico perseguito sia attraverso la riduzione del fabbisogno energetico degli edifici sia con l’aumento dell’efficienza dei sistemi di trasformazione e utilizzo dell’energia. L’efficienza della soluzione prospettata consente di risparmiare il 35% sul costo economico del riscaldamento, di ridurre del 45% le emissioni inquinanti globali e di non avere alcuna emissione in atmosfera all’interno del campus che così si configura come un’”oasi” ecosostenibile.
Attraverso tale potenziamento delle strutture, nel prossimo futuro la Facoltà intende continuare a valorizzare i propri punti di forza, migliorando ulteriormente la qualità dei servizi offerti, a partire dalla didattica fino ai programmi di mobilità internazionale degli studenti e al job placement. In particolare, sarà rafforzato l’impegno nella direzione dell’internazionalizzazione, con l’obiettivo di consolidare le relazioni instaurate con università e istituzioni internazionali, promuovere una più fitta rete di scambi sia per gli studenti sia per i docenti.

Alcune immagini del nuovo campus
(tratte da: www.archiportale.com/progetti )